Paper

 

 

 

 

PROGETTO “PAPER”

Il progetto nasce da due passioni: la fotografia e il piacere nel plasmare le forme proprio del lavoro dell’architetto.

Ho realizzato le fotografie in studio, le modelle sono amiche che indossano abiti di carta riciclata ideati e creati insieme alla mia collega Irene Bernabei, inspirandoci ad opere di architettura contemporanea.

Il riuso ha potenzialità nascoste, oggetti di tutti i giorni, come per me la carta, possono essere trasformati e reinventati per essere re-immessi in un nuovo ciclo.

Questo processo oggi si presenta come riferimento per molte attività, in antitesi al modello economico basato sulla pratica usa e getta.

 

 

Le ragazze devolveranno il ricavato della vendita del calendario all’associazione “La Conchiglia” Amici della Chirurgia pediatrica di Siena

Non sono modelle. Sono belle ragazze che si conoscono sin da piccole che hanno deciso di mettersi in gioco per il terzo anno consecutivo con l’intento di aiutare un’associazione che si occupa dei bambini della Chirurgia pediatrica della loro città.

E così, armate di ritagli di carta, fantasia e tanta passione Lucia e Irene hanno costruito PAPER un particolare calendario con cui si saluta il 2018, che verrà presentato il prossimo giovedì 21 dicembre dalle 19.00 presso il Bar il Palio (a Siena, in Piazza il Campo, 47) insieme ad una mostra fotografica che resterà aperta fino al 6 gennaio.

Lo scopo è quello di raccogliere un bel contributo per l’associazione “La Conchiglia” Amici della Chirurgia pediatrica di Siena a cui saranno devoluti interamente i proventi della vendita del calendario (contributo minimo di 10 euro).

L’idea del progetto è della fotografa e architetto senese Lucia Lungarella che ha pensato di vestire le sue amiche con singolari abiti di carta. E così nel tempo libero, Lucia ha lavorato con la collega Irene Bernabei alla creazione di vere e proprie sculture da “passerella”.

 “PAPER – spiega Lucia Lungarella – nasce da due passioni: la fotografia ed il piacere nel plasmare le forme proprio del lavoro dell’architetto. Ho realizzato gli scatti in studio, facendo indossare alle mie amiche abiti di carta “riciclata” nati dai ritagli e scarti dei fogli che utilizzo nel mio lavoro e che si ispirano ad opere di architettura contemporanea”.

Un progetto che, oltre allo scopo solidale, invita tutti a riflettere sulle infinite potenzialità del riuso su come oggetti comuni (la carta in questo caso) possono essere trasformati per essere re-immessi in un nuovo ciclo.

Anche all’insegna della bellezza. Ce lo insegnano le amiche di Lucia che con semplicità, complicità e spirito ironico sfoggiano queste creazioni.

Il risultato è stupefacente: le foto giocate su contrasti di bianco e nero e arricchite da minimi tocchi di colore introducono in un mondo elegante e raffinato dove il linguaggio dell’arte suggerisce un nuovo modo di pensare, in antitesi al modello economico basato sulla pratica usa e getta.

Per realizzare PAPER, oltre alla disponibilità delle modelle, sono stati fondamentali i contributi dello studio di architettura VuotoMetrico, di Lucia Finetti che ha curato le acconciature, e Valentina Galluzzi che ha reso ancora più belle con il suo maquillage le modelle, oltre alla preziosa collaborazione di Luciano Valentini fotografo e Marco Giramondi che ha curato la grafica del calendario.

Siena 18 dicembre 2017, comunicato stampa